mastruzzi
Cerca

Premi INVIO per cercare o ESC per uscire

Comfort acustico

Il comfort acustico negli ambienti di lavoro è essenziale per migliorare la concentrazione, ridurre lo stress e ottenere una maggiore resa da parte delle persone presenti nell'ambiente. In determinati ambienti professionali il disturbo acustico può compromettere i livelli di efficienza e prestazione.
Il comfort acustico è fondamentale in spazi pubblici e privati quali: Sale conferenza ed Auditorium, Aule scolastiche, Teatri e Cinema, Uffici, Ristoranti, Hotel, Call-center.
 

L'acustica

In un ambiente chiuso, quando le onde sonore propagandosi raggiungono le superfici che ne delimitano il volume, possono disperdere l'energia all’interno del materiale sul quale si infrangono. La dispersione energetica all'interno del materiale materiale dipende dalle sue caratteristiche fisiche e morfologiche. Una superficie fonoassorbente trattiene, dissipa o smorza il suono al suo interno: questo è il comportamento tipico di materiali porosi e fibrosi, che dissipano per attrito l’energia sonora in energia termica, ma anche di pannelli vibranti che dissipano per smorzamento l’energia sonora in energia meccanica, o pannelli con piccole cavità e intercapedine che funzionano come risuonatori.

L'onda sonora incidendo una superficie genera energia di cui una parte viene riflessa, una parte viene assorbita, e parte viene trasmessa. La somma delle tre componenti è pari all’energia totale incidente.

E = Er + Ea + Et

Dal “coefficiente di assorbimento” del materiale dipende l'energia assorbita, ossia dalla sua capacità di trattenere l’energia sonora al suo interno, dissipandola: quanto maggiore è la componente di energia assorbita, tanto minore è la componente di energia riflessa.

Per quanto riguarda materiali porosi o fibrosi, il coefficiente di assorbimento dipende dalla morfologia e dalla composizione del materiale stesso: è generalmente maggiore quanto maggiore è la porosità del materiale e quanto minore è la sua resistenza al flusso d’aria.
Inoltre, dipende dallo spessore del pannello, e anche dalla sua collocazione rispetto alle superfici riflettenti (es. in aderenza o con intercapedine d’aria).
 

FONOISOLAMENTO e FONOASSORBENZA

Sono due caratteristiche differenti legate all’acustica, la prima si riferisce all'isolamento di un involucro edilizio per evitare il passaggio di rumori tra un ambiente e l'esterno o tra ambienti confinanti, mentre la seconda è legata al comfort acustico interno degli ambienti.
Mastruzzi si occupa prevalentemente di interni e quindi parleremo di fonoassorbenza cioè dell'assorbimento dei rumori all'interno di un ambiente, proponendo soluzioni e prodotti specifici per ogni diversa esigenza.

La fonoassorbenza è quella capacità che hanno alcuni materiali di assorbire il rumore inglobandolo, evitando così la riflessione e il fenomeno del riverbero acustico negli ambienti interni. Negli ambienti chiusi, il rumore complessivo che si percepisce è incrementato dalle riflessioni prodotte dalle pareti, soprattutto se queste sono costituite da materiali lisci e compatti che “riflettono” il suono.
 

Le soluzioni

Si parla di trattamento acustico cioè dell'impiego di interventi volti a migliorare la resa acustica di un ambiente per renderlo confortevole e adatto al suo utilizzo. Per raggiungere un buon comfort acustico e ridurre il fenomeno di riverbero la progettazione acustica propone di perfezionare il livello di assorbimento delle superfici dell'ambiente con l'uso di materiali fonoassobenti. ovvero con l'inserimento di pannelli fonoassorbenti che possono essere applicati a parete, a soffitto, a divisione degli spazi etc...
 

Cookie

Questo sito web utilizza i cookie. Maggiori informazioni sui cookie sono disponibili a questo link. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie durante la navigazione.
Ho letto l'informativa sulla privacy e accetto il trattamento dei dati per le finalità indicate*

* Campi obbligatori
Siglacom - Internet Partner